lunedì 23 novembre 2015

Kekko e i Modà


Un Kekko dei Modà molto emozionato e bello carico, con al suo fianco tutti gli elementi della band, ha presentato traccia per traccia, tutto l'album "Passione Maledetta" che uscirà venerdì 27 novembre su etichetta Ultrasuoni.

E' un progetto a lunga gettata quello che è stato presentato oggi. Sono stati già girati i video dei primi quattro singoli dell'album che legati insieme da un filo conduttore racconteranno un'unica storia, e, per la prima volta dopo anni, cambio della guardia alla regia dei videoclip: non più lo storico regista Gaetano Morbioli, ma i giovani ragazzi di TopSide Multimedia, già protagonisti dei video promozionali dei concerti di San Siro e Olimpico del 2014, capitanati dall'ex chitarrista Matteo "Tino" Alberti.

Nuova produzione artistica con Diego Calvetti in regia coadiuvato da Marco Barusso e Lapo Consortini.
Produzione che, come ha sottolineato Kekko, ha valorizzato ulteriormente i singoli componenti della band, con una presenza maggiore delle chitarre.

Bel disco, bel clima, atmosfera positiva per la presentazione di un disco che con una tiratura iniziale di 200.000 copie si appresta a diventare uno dei dischi più venduti dell'anno.
Ma non è finita qui perchè a giugno ci sarà un altro grande appuntamento, ovvero il ritorno a San Siro per un concerto che ad oggi può già contare su un totale di oltre 50.000 biglietti venduti.
Grandi numeri che si vanno ad aggiungere a quelli già accertati in questi 5 anni, come il milione e mezzo di copie vendute, le 327 settimane ai vertici delle classifiche ufficiali di vendita e alle 240 milioni di visualizzazioni sul loro canale YouTube.

Appuntamento a venerdì nei negozi di dischi e nei digital stores, "Passione maledetta" con le sue dieci tracks nuove di zecca vi aspetta.

Per leggere l'articolo su Leggo.it e vedere il saluto di Kekko e dei Modà CLICCA QUI
 Blog: carlettoweb.com
Twitter: @carlettoweb
Instagram: @carlettoweb
Facebook: Carletto
YouTube: NoLogicTv

giovedì 19 novembre 2015

Eleonora Cecere NON E' LA RAI

Il 30 Giugno del 1995 andava in onda su Italia Uno l’ultima puntata del programma di Gianni Boncompagni che ha fatto la storia della TV, lanciando star dello spettacolo come Ambra Angiolini, Claudia Gerini, Lucia Ocone, Antonella Elia, Laura Freddi, Miriana Trevisan, Sabrina Impacciatore, Romina Mondello, Michela Andreozzi ecc.

Qualche giorno fa ho incontrato e conosciuto Eleonora Cecere. 
Avevo poco più di 10 anni quando esplose il fenomeno di “Non è la Rai”, l’iter consolidato quotidiano era sempre il solito, rientro a casa dopo la scuola, pranzo con televisione accesa rigorosamente su Italia Uno a guardare “Non è la Rai”.

L’ho inondata di domanda soprattutto su tutto ciò che riguardava i fuorionda, i pomeriggi dopo le trasmissioni, l’effetto sulla gente. Stiamo parlando di più di venti anni fa, quando ancora internet nemmeno esisteva e figuriamoci i social network… Tutto veniva vissuto sulla proprio pelle dal vivo, non c’erano nemmeno i telefoni cellulari, quindi davi il tuo numero di casa e la corsa a rispondere al telefono, a secondo del tipo di telefonata che uno aspettava, era affannata e ansiosa, sia per chi avesse fratelli e sorelle, ma anche perché non c’era nemmeno ancora la funzione che ti diceva chi fosse a chiamarti, potevi solo intuirlo in base all’orario e nel caso in cui aspettassi la telefonata. 

Per Eleonora non sembrano passati 20 anni da quando è finita “Non è la rai”, nonostante gli anni, il matrimonio, la gravidanza ecc, è ancora una ragazzina e se uno non conoscesse il suo passato, non le darebbe minimamente gli anni che ha. Mi ha raccontato dei fan che l’aspettavano fuori dagli studi del Palatino a Roma dove registravano il programma, delle corse che dovevano fare insieme alle altre ragazze, quando incoscientemente volevano andare a fare un giro in centro e magari s’imbattevano in un gruppo di coetanee non particolarmente fan della trasmissione.

Ci siamo in incontrati perché in occasione dei 20 ANNI dalla fine della trasmissione culto anni 90 è nato il progetto “Affatto Deluse” (dal nome della famosa sigle “Affatto Deluse” in cui le ragazze rispondevano ironicamente al brano “Delusa” di Vasco Rossi a loro dedicato).

Su Nonelarai.it ,in esclusiva per i fan, Eleonora, che nel frattempo si è dedicata molto al teatro con Franco Oppini, Barbara D’Urso ecc, con alcune delle altre ragazze della trasmissione come la cantante rock Francesca Pettinelli e l’attrice di colore Letizia Sedrick (che ha recitato, tra gli altrianche , con Carlo Verdone), hanno pubblicato la prima raccolta con 24 cover che le starlette cantavano all’epoca e fino ad oggi mai pubblicate nelle compilation ufficiali dell’epoca.

Un bel tuffo negli anni ’90 che grazie anche a numerose serate che stanno facendo in giro per l’Italia, vi permetterà di tornare con la mente a quelli anni, chi alle scuole medie, chi al liceo e magari pensare a quello che è stato il percorso di vita di ognuno di noi… 20 anni dopo.

Per leggere l'articolo su Leggo.it e vedere il saluto di Eleonora Cecere CLICCA QUI

Blog: carlettoweb.com 
Twitter: @carlettoweb
Instagram: @carlettoweb
Facebook: Carletto
YouTube: NoLogicTv

martedì 10 novembre 2015

Edoardo Bennato

E' tornato!
Edoardo Bennato è tornato e lo fa nel migliore dei modi, con un disco da ascoltare tutto d'un fiato dall'inizio alla fine. Un singolo dopo l'altro, una bomba dopo l'altra. S'intitola "Pronto A Salpare" (Universal Music Italia) e in questo giorni le radio stanno passando il primo singolo "Io Vorrei Che Per Te".

E' il grande ritorno di Bennato dopo molti anni, a parte la parentesi del singolo "La Mia Città" nel 2011 contenuto comunque in questo disco.
Ci siamo incontrati a Milano durante la presentazione del suo disco ai suoi fan. In grande forma, armonica sempre a portata di mano, ha accennato ad alcune canzoni del nuovo disco e si è pazientemente intrattenuto accogliendo le richieste di foto e autografi dei numerosi fan presenti.

Le radio lo hanno Ri-accolto alla grandissima e adesso si attende solo il riscontro dalle vendite.
La produzione è molto ben curata, come si dice in gergo, suona da urlo. E' stato un disco lavorato molti anni e con molti produttori, il filo conduttore lo ha avuto Giuseppe Scarpato, suo storico chitarrista live, e la chiusura del progetto l'ha curata Orazio Grillo, più noto come Brando, produttore del primo disco di successo dei Modà (W I Romantici) e dell'ultimo album di Emma e Nesli. 

Personalmente, oltre al singolo, vi consiglio la traccia da cui prende il nome il disco "Pronti a Salpare" e la strepitosa "A Napoli 55 è 'a musica". Edoardo Bennato è tornato e credo che ne sentiremo a parlare per molto tempo, sperando che questa volta non si debba attendere ancora troppi anni per un altro disco, magari bello rock come questo! Bentornato Edoardo!

Per leggere l'articolo su Leggo.it e vedere il saluto di Edoardo Bennato CLICCA QUI

 Blog: carlettoweb.com 
Twitter: @carlettoweb
Instagram: @carlettoweb
Facebook: Carletto