venerdì 22 maggio 2015

Levante

Ve la ricordate? Un paio di anni fa stupì il mercato discografico con il ritornello della sua canzone… Faceva così: ”Che vita di mer…” Due anni dopo eccola con il nuovo album di inediti disponibile in tutti i negozi e digital store su etichetta Carosello Records. 
Il suo nuovo disco s’intitola “Abbi cura di te” ed è un album intenso, emozionante, divertente e ricco di sentimento che conferma il suo talento come musicista e come autrice.
Lo ha presentato qualche giorno fa in centro a Milano in una bella terrazza a conferma che il suo status ideale è quello del live. Disco prodotto ottimamente e di impatto immediato, ma è dal vivo che sorprende: perfettamente a suo agio e accompagnata da ottimi musicisti la cantante siciliane convince, nessuna sbavatura, totale coinvolgimento emotivi e, last but not least, accompagnata da degli ottimi musicisti.
Non conoscevo benissimo Levante, a parte il singolo di cui vi dicevo prima, e devo dire che mi è piaciuta molto. Dopo aver assistito allo show case ho ascoltato il disco con molta curiosità e posso assicurarvi che è una delle più belle sorprese di questo 2015.

L’album è stato anticipato dal singolo “Ciao per sempre”, presentato dal vivo al SWSX di Austin ed eseguito per la prima volta in TV dal vivo al Concertone del Primo Maggio e a “Fuori Che Tempo Che Fa” su Rai Tre.
Il disco è composto da 12 tracce, tra cui “Finchè morte non ci separi”, cantata assieme a sua mamma.
La produzione artistica è stata curata dalla stessa squadra di lavoro che l’ha accompagnata nel primo disco “Manuale Distruzione”.
Ne vale la pena, la consiglio e vi dico anche di tenere d’occhio il calendario dei suoi live per poterla andare ad ascoltarle dal vivo. Brava Levante.

Per leggere l'articolo su LEGGO.IT e vedere il saluta di Levante CLICCA QUI

giovedì 21 maggio 2015

Enrica Guidi

Enrica Guidi, giovane attrice toscana, è nel cast della seconda serie de “I delitti del barlume” al fianco di Filippo Timi. Enrica veste nuovamente i panni della banconista solare e un po’ sognatrice Tiziana Guazzelli. Enrica è ganza, ha un sorriso contagioso e basta che tu le dia un filo di confidenza che lei comincia ad aprirsi. Fa ridere, ti viene dietro quando si sparano le cavolate e si fa seria quando ti racconta del passaggio da Rosignano a Roma quando, dopo aver capito che la carriera da insegnante di ginnastica non l’avrebbe fatta impazzire, si dedica all’attività di attrice.

Ne “I Delitti Del Barlume”, di cui ho, colpevolmente, perso la prima serie, è perfettamente a suo agio, tanto che, il ruolo che ha, sembra costruito appositamente per lei.
E’ divertente vedere come la sua prima apparizione sul grande schermo abbia come sfondo proprio le sue terre e che sia dovuta andare a Roma per poi tornare nella sua Toscana per registrare la sua fiction.
Si è data molto da fare Enrica nel corso degli anni, non ha avuto la puzza sotto al naso riguardo ai vari lavori che ha fatto per mantenersi e non gravare troppo sulle spalle dei genitori.
La cosa ganza è che per un periodo, senza saperlo abbiamo lavorato negli stessi locali fiorentini, io come DJ e lei come PR.
Non mi sorprenderei se in un futuro dovessi vedere Enrica in un film di punta del cinema italiano… Ci starebbe benissimo. In bocca al lupo e… Appuntamento nei migliori cinema italiani.

Per leggere l'articolo su Leggo.it e vedere il saluta di Enrica CLICCA QUI


lunedì 18 maggio 2015

Rakele

Rakele è una giovanissima cantante napoletana che ha partecipato all’ultimo Festival di Sanremo.
L’ho conosciuta in occasione dell’uscita del suo primo album “Il Diavolo è Gentile”
E’ stato molto piacevole incontrarla e ascoltare da lei il percorso che ha intrapreso e che l’ha portata fino a questo 2015 per lei già molto ricco di soddisfazioni.
Abbiamo affrontato molte tematiche e devo dire che, nonostante la giovane età, Rakele compirà 20 anni a luglio, ha le idee già molto chiare su diversi punti focali della sua vita.
Mi piacerebbe l’idea di poterla rincontrarla tra qualche anno per capire se il suo punto di vista sarà cambiato o meno rispetto ad alcune cose, anche dal punto di visto personale, di cui abbiamo parlato.
Rakele ha partecipato attivamente alla stesura dei testi e agli arrangiamenti musicali dell’album che è nato dalla collaborazione dell’artista con i produttori Bungaro e Cesare Chiodo (già autori per le voci femminili più importanti del panorama italiano, come Laura Pausini, Fiorella Mannoia, Malika Ayane, Alessandra Amoroso, Chiara e molte altre), che, una volta notato il suo innato talento per la musica durante uno stage, hanno deciso di iniziare a lavorare con lei.

“Il Diavolo è Gentile” contiene 10 tracce inedite, tra cui anche “Io non lo so cos’è l’amore”, brano con cui Rakele ha partecipato alla 65^ edizione del Festival di Sanremo nella sezione “Nuove Proposte” e “Magic”, omaggio ai Coldplay.
Non è fidanzata, e al momento la cosa non credo nemmeno le interessi più di tanto considerando anche la grande passione ed energia che sta mettendo nel prepararsi al meglio a promuovere questo disco con l’eventualità anche di un tour nei club sparsi in tutta Italia.
Sono contento di dedicare un po' di spazio e attenzione a questa ragazza che, secondo me, con la giusta dose di fortuna, potrà ritagliarsi un suo spazio nell’universo delle belle voci italiani.
In bocca la lupo Rakele.

Per leggere l'articolo su Leggo.it e vedere il saluto di Rakele CLICCA QUI