mercoledì 8 gennaio 2020

"Jojo Rabbit" semplicemente favoloso.

Sono stato all'anteprima del film "JoJo Rabbit".
Bellissimo. 


La prima cosa che ho pensato uscito dalla sala è che un film così andrebbe fatto vedere dalle scuole medie in sù agli studenti.
Un modo, semplice, chiaro, divertente ed emozionante per spiegargli un pò di cose su un determinato periodo storico.


Il giovanissimo Jojo Betzler (Roman Griffin Davis) ha 10 anni non riesce a relazionarsi con i suoi coetanei. 
Sempre impacciato, viene appunto chiamato Jojo Rabbit - coniglio - per sottolineare, con la crudeltà di certi bambini, sostenuti dagli adulti in divisa nazista, le sue difficoltà. 
Per cercare di affrontare un mondo che gli sembra sempre ostile, Jojo si rivolge allora al suo amico immaginario che ha il volto di Adolf Hitler, interpretato dallo stesso regista.
Il giovanissimo comincia a porsi molte domande sulla legittimità di quanto gli viene insegnato a scuola e nel campo di addestramento, quando scopre che la madre nasconde in soffitta Elsa (Thomasin McKenzie), una ragazza ebrea. Tra Jojo e Elsa nasce un'amicizia che porta il ragazzino a guardare con altri occhi quanto sta succedendo intorno a lui e a dubitare sulla bontà degli insegnamenti relativi al nazismo che riceve.

Blog: carlettoweb.com 
Twitter: @carlettoweb
Instagram: @carlettoweb
Facebook: Carletto
YouTube: NoLogicTV

E-Scudetto 36^ Giornata Roma-Fiorentina 3-1

Sarebbe potuta finire 7-3 per la Fiorentina considerando pali, traverse e i numerosi goal sbagliati dagli attaccanti gigliati, bisogna però ...