giovedì 20 novembre 2014

Il Best di Fiorella Mannoia

Sono arrivato con qualche minuto di ritardo alla conferenza stampa di presentazione del suo ultimo disco.
Mi sono seduto un pò dietro e mi sono totalmente perso nello sguardo magnetico di Fiorella Mannoia. Due occhi azzurri pazzeschi hanno accompagnato i racconti della realizzazione di "Fiorella", un Best un pò particolare. Due cd con il meglio del suo repertorio e una serie di duetti con alcuni tra i suoi artisti preferiti.

Il giorno del suo 60esimo compleanno, si avete letto bene, Fiorella Mannoia ha compiuto 60 anni e anch'io stentavo a crederci, si è voluta fare un regalo di un certo spessore. Ha spulciato la sua discografia, si è resa conto di aver fatto un bel pò di dischi e così, parole sue, si è meritata un super best. Mi ha colpito l'enorme attenzione, anche discografica, che ha per i suoi fan, per gli abituali consumatori della sua musica. Avrebbe voluto farne quattro di cd, ma il prezzo del prodotto finale sarebbe aumentato in modo sproporzionato e, in accordo con la casa discografica, ha deciso di fare una scelta rigorosa selezionata appunto in due cd.

Il risultato è una raccolta decisamente ben fatta che, come lei stessa ammette, scontenterà qualcuno, ma che allo stesso tempo potrà accontentare chi ad esempio non ha comprato la ristampa del suo album precedente "Sud" con l'aggiunta de "Il Parco della Luna". Fiorella Mannoia è molto simpatica, non la conosceva sotto questa veste (non potete capire la sua bravura nell'imitare Franco Battiato quando gli ha chiesto di duettare con lei ne "La stagione dell'amore", "Certo Fiorélla, certo Fiorélla tutto quello che vuoi", con tutte le é rigorosamente chiuse, favolosa!).

E' di un'umiltà sorprendente quando ammette il timore a chiedere alcuni duetti, ma, spinta dal produttore con un perentorio:"Al massimo te dice de no, mica te picchierà", ecco duetti molto particolari con Celentano, Dori Ghezzi, Ligabue ecc.
Divertente anche il racconto di quando piccola, piangendo sempre di notte, il padre esausto abbia implorato: "Speriamo almeno diventi una cantante".
Fiorella non solo lo è diventata, ma è sicuramente diventata una delle numero Uno in Italia.

Per leggere l'articolo di Leggo.it e vedere il saluto di Fiorella Mannoia CLICCA QUI

Per Seguirmi su Twitter@carlettoweb CLICCA QUI
Per Seguirmi su Instagram@carlettoweb CLICCA QUI
Per la mia Pagina Ufficiale su FacebookCLICCA QUI